GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1958-59

Campionato Regionale di Prima Divisione (gir.B) 1958-59

Posizione finale: 1/12

Punti: 34

 

Partite vinte: 15

 

Partite pareggiate: 4

 

Partite perse: 3

 

Reti fatte: 36

Reti subite: 13

 
   
   
   

Uno schieramento del Giarre

Circa 5000 persone hanno invaso il Corvaja (buona la percentuale dei giarresi, con banda e cartelloni). Record d'incasso. Partita accanita, combattuta, dura, cruenta, in certi momenti giocata in chiave polemica. Questo derby tra Giarre e Riposto ha una tradizione di ferro che anche oggi è stata rispettata in pieno (…). Sotto questo clima non ci si poteva aspettare granché dal punto di vista tecnico, per quanto vale la pena di sottolineare che in fondo il gioco non è stato cattivo, considerando anche che il vento prendeva notevolmente d’infilata il campo. La Ripostese, com’era d’attendersi ha trovato un grosso ostacolo davanti a sé ed è stata bloccata da un pareggio (…) volevano vincere a tutti i costi i giallo-verdi di Gullotta. E, infatti, più di una volta si sono trovati sul punto di avere in mano il punteggio (…). Flumini ha fatto applicare ai suoi una tattica che mirava appunto a bloccare le manovre dei ripostesi a centrocampo, spostando Donadio su Giannetto con Cingari a mediano, ma che praticamente abbracciava tutta la parte centrale del campo (...). Per tutto il secondo tempo, i locali hanno pressato la porta degli avversari tambureggiando la difesa azzurra. Ma appunto la difesa azzurra è stata la protagonista dell'incontro.

Mario Continella, La Sicilia 25/01/1959

Presidente:Martino Fiorini Francica-Nava
Allenatore: Dandolo Flumini

Tra parentesi (presenze, reti)
Mancano i tabellini di 3 gare (Giarre-Pro Barcellona, Giarre-Uisp Enna, Scat Catania-Giarre)
Portieri: Saccà (19,2), Barca (-,-)
Difensori: Molino (14,1), Bonasera (11,-), Percolla (1,-), Muscolino (19,-), Samperi (18,-) D'Urso (8,-), Garozzo (13,-), Donadio (1,-)
Mediani: D'Angelo (16,2), Tudisco (12,1), Terrana (4,1), Longo (19,-), Bonaccorsi (1,-)
Avanti:Cingari (19,7), Di Maria (18,3), Turiano (16,6)

1

Giarre-San Gregorio 2-1 1-1

2

Adranita-Giarre 0-0 0-1

3

Giarre-Pro Barcellona 5-0 0-0

4

Dancar ME-Giarre 1-0 1-4

5

Giarre-Lib. F. Milazzo 2-1 2-0

6

Uisp Enna-Giarre 0-3 1-5

7

Giarre-Paternò 0-2 0-2

8

Belpasso-Giarre 1-2 0-2

9

Ripostese-Giarre 1-1 0-1

10

Giarre-Vizzini 1-0 1-0

11

Giarre-SCAT Catania 3-0 1-0

spareggio

Paternò-Giarre 1-0 ad Acireale

Squadra Punti
Paternò 34 Promosso in Prima Divisione
Giarre 34
Ripostese 29 '
Vizzini 26 '
Adranita 25
Libertas Ferrara Milazzo 23
SCAT CT 19
Dancar ME 18
San Gragorio 15 (-1) '
Pro Barcellona 13 .
Belpasso 12 .
UISP EN 4
Dandolo Flumini Giarre-Verona
Giarre-Venezia  

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
L'ultima giornata del campionato di Prima Divisione del 1959 è drammaticamente decisiva: Giarre e Paternò, che insieme a Ripostese ed Adranita, poi crollate nel finale, hanno duellato punto su punto, domenica dopo domenica, sono appaiate in testa a 32 punti. Il Giarre è impegnato a Catania contro la Scat, formazione di centro classifica, mentre il Paternò di Prevosti attende in casa la derelitta Uisp Enna che ha realizzato solo 4 punti in tutto il torneo. I rosso-azzurri surclassano gli avversari segnando 13 reti, ma non riescono a superare il Giarre che, violando il Cibali, si mantiene appaiato in testa. Per la promozione bisogna attendere uno spareggio. Ma tutto il campionato è stato spettacolare ed emozionante, combattuto per tutte le 22 giornate dalla 4 regine che, con continui colpi di scena, si alternano in vetta. Il Giarre parte forte ("gioco veloce e garibaldino, che somiglia molto a quello delle squadre corsare"), ma la sconfitta contro la Dancar nel recupero di capodanno, consegna la testa all'Adranita. Perso anche lo scontro diretto col Paternò (segnano Coco e Cunsolo davanti a 2000 persone, di cui 500 paternesi), la prima piazza sembra definitivamente allontanarsi. All'8°turno la classifica recita: Adranita 15, Ripostese 14, Paternò 13, Giarre 11, ma con una partita in meno. I ragazzi di Flumini resistono agli assalti della Ripostese e, superato il Vizzzini, si rifanno sotto. Dopo il recupero di Belpasso (non si è giocato perché mancava la recinzione del campo, ma il Giarre lo apprende per telegramma solo il sabato sera), il Giarre sale al secondo posto dietro il Paternò, ma le quattro squadre sono raccolte in un solo punto. Al 12°turno sembra arrivare la svolta: il Paternò perde per la prima volta a Riposto (2-1), ma il Giarre, pur non approfittando (1-1 a S.Gregorio), si porta ugualmente al vertice col Riposto (18 punti). Dopo aver disputato una prestigiosa amichevole col Verona, ed un lieve appannamento (altro pari a Barcellona), con un trittico di successi, il Giarre aggancia il Paternò, ma al 18° tutto sembra perduto: l'irresistibile Paternò gioca, nello scontro diretto, la sua partita perfetta (2-0). Le tre vittorie finali del Giarre conducono all'epilogo del campionato che si disputa al Comunale di Acireale il 17 maggio del 1959 dinanzi ad un pubblico "strabocchevole", come titola a tutta pagina il quotidiano La Sicilia. Il Giarre, che veste una maglia azzurra, pur perdendo di misura (rete iniziale dell'ala sinistra Greco, propiziata da una errata valutazione del pur bravo portiere Saccà che lascia sfilare la palla a fil di palo, credendola diretta fuori) non demerita, colpisce una traversa (Longo) e Saccà para un rigore.  Alla fine del match la delusione è grande, ma la formazione di Flumini sarà ugualmente ammessa alla Promozione per un allargamento dei quadri. Il 20 febbraio, intanto, il Giarre perde per 3-0 un'amichevole con il Verona.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati