GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1971-72

Campionato di Promozione Regionale (gir. B) 1971-72

Posizione finale: 9/16

Punti: 27

 

Partite vinte: 9

 

Partite pareggiate: 9

 

Partite perse: 12

 

Reti fatte: 30

Reti subite: 35

 
   
   
   

L'allenatore Matteo Simeon

Il cambio di allenatore ed una abbondante pioggia di sale tirato dai tifosi nel campo prima dell'inizio della partita non sono stati sufficienti al Giarre per ottenere la prima vittoria in questo campionato. Però, almeno, al posto della solita sconfitta, c'è stato il primo risultato di parità che, ad onor del vero, è giusto e premia i giocatori delle due squadre che hanno combattuto senza tregua. (...) Nel Giarre visto oggi si è notato un certo miglioramento rispetto alle precedenti prestazioni, ma, diciamolo chiaramente, ancora bisogna fare molto per avere una squadra che possa lasciare i bassifondi della classifica. La squadra non è affatto amalgamata ed è necessario che Di Giulio si rimbocchi bene le maniche per riuscire a fare qualcosa di buono.

Pietro Barbagallo Coco, La Sicilia, 24/10/1971

Presidente: Nino Sgroi
Allenatore: Giuseppe Bizzi, Vincenzo Di Giulio, Matteo Simeon

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Marano (12,-), Rapisarda (21,-)
Difensori: Merola (7,-), Passalacqua (9,-), Emanuele (21,1), Massimino (15,-), Di Giacomo (1,-), Mangiagli (11,-), Sorbello (24,1), Li Pira (19,-), Murabito (7,-), Leanza (3,-), Leonardi (21,2)
Mediani: Schifilliti (6,-), Simeon (27,1), Di Prima (15,1), Giacoppo (9,2), Di Benedetto (24,-), Giustolisi (3,1), Puglisi (9,1), Balsamo (6,-), Borzano (1,-), Mangano (3,-)
Avanti: Contarino (24,6), Palazzolo (22,9), Summa (4,-), Tomarchio (4,-), Cardella (24,3)

1

Melilli-Giarre 1-0 1-2

2

Giarre-Nuova Igea 1-3 0-3

3

Comiso-Giarre 1-0 1-2

4

Giarre-Villafranca 0-0 0-2

5

Giarre-Lipari 0-0 0-1

6

Netina-Giarre 1-0 0-0

7

Giarre-Taormina 1-1 1-0

8

Megara Augusta-Giarre 3-0 1-2

9

Giarre-Pro Barcellona 3-2 2-2

10

Vittoria-Giarre 3-1 0-2

11

Giarre-Canicattini 0-3 1-1

12

Linguaglossa-Giarre 1-0 0-0

13

Giarre-Rosolini 1-0 0-1

14

Belpassese-Giarre 2-2 0-3

15

Giarre-Ennese 5-0 1-1

Squadra Punti
Nuova Igea B. 45 Promosso in Interregionale
Netina 43
Lipari 40
Megara Augusta 39
Vittoria 32
Melilli 30
Pro Barcellona 28
Taormina 28
Comiso 27
Rosolini 27
Giarre 27
Villafranca 26
Linguaglossa 26
Canicattini 25 (-6) Retrocesso in Prima Categoria
Belpassese 23 Retrocesso in Prima Categoria
Ennese 4 (-2) Retrocesso in Prima Categoria
Il bilancio della stagione 1971-72 in un articolo de La Sicilia
Vincenzo Di Giulio  
Matteo Simeon  

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Tre sconfitte consecutive costano la panchina al nuovo trainer, il pugliese Bizzi (già di Alcamo e Ribera in D). Dopo tre giornate, il Giarre è ancora al palo, ma neanche il richiamato Di Giulio (rientra dal Maglie) riesce a risollevare i giallo-blu (dura solo 8 domeniche) e così il 15 dicembre si consuma una piccola rivoluzione in seno al club di piazza Principessa Jolanda: esonerato Di Giulio, diversi giocatori vengono allontanati (si tratta di Merola, Passalacqua, Murabito, Schifilliti e Giacoppo) mentre la squadra viene affidata al capitano Matteo Simeon, già giocatore (dal '63 al '70) dell'Acireale che aveva guidato anche in C, dopo aver vestito le casacche di Siracusa, Barletta, Melfi e Cervignano. In verità, nessuna colpa può essere addebitata agli allenatori che si sono succeduti nella prima parte della stagione, ma la pochezza di un organico ridotto all'osso (persi per fine contratto il bomber Calanna che alla fine è andato alla Leonzio per 4 milioni d'ingaggio, Zappulla che va al Ragusa e Petrone che va all'Igea Virtus, il Giarre perde anche Leanza che va all'Orlandina, Marino e Girgenti che vanno in C al Siracusa) e la mediocrità delle idee societarie costringono il Giarre a lottare nelle retrovie per l'intero torneo. I nuovi giunti in estate (Murabito e Schifilliti, transfughi del Taormina, Balsamo dall'Acireale, Giustolisi dalla Leonzio, Merola dal Rosolini) ed un manipolo di giovani locali, non innalzano il tasso tecnico di un undici che, per forza di cose, viene schierato con il doppio battitore libero (Simeon, Li Pira) e tutto appiattito in difesa, per 9/11 la squadra è composta da giovani locali, come le rivelazioni Sorbello e Rapisarda. I pezzi pregiati, oltre i già citati Passalacqua e Giacoppo, sono le punte Palazzolo (in prestito dal Catania) e Giovanni Cardella dall'Olimpic, che troverà riscatto con strepitose stagioni nel Paternò di fine decennio. Il nono posto, a sole due lunghezze dal baratro della retrocessione, evitata grazie alla bella vittoria sulla Belpassese al 29°turno, è l'emblema di una stagione disastrosa. Partiti malissimo (la prima vittoria giunge al 9° turno, dopo tre pareggi e cinque sconfitte di cui ben tre di fila), i giarresi si salvano grazie ad una serie di partite utili (nove non consecutive, intermezzate dalla debacle di Rosolini). Buona la stagione tra le mura amiche con otto successi, cinque pareggi e due sconfitte; disastrosa in trasferta: dieci sconfitte, quattro pareggi e solo una vittoria a Taormina. Da ricordare che, per la prima volta, a Giarre scende in campo quella che da lì a poco diverrà la migliore classe arbitrale nazionale: Lanese di Messina, che arbitrerà il Brasile ad Italia '90 e due finali di coppa Italia, Lo Bello jr di Siracusa, Pani di Roma che si becca una scarpa da un tifoso, Cacucci di Napoli. La stagione, infine, si conclude con la prestigiosa amichevole con il Pescara che, al Comunale, si impone a fatica per 2-1.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati