GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1986-87

Campionato di Serie C2 (gir. D) 1986-87

Posizione finale: 4/18

Punti: 40

 

Partite vinte: 15

 

Partite pareggiate: 10

 

Partite perse: 9

 

Reti fatte: 34

Reti subite: 23

 
   
   
   

L'allenatore Piero Cucchi.

Addio fratello crudele, la Nissa se ne va a capo chino: smontata da un primo gol forse in fuorigioco e demolita da altri due. il Giarre non regala favoritismi, semmai dispiaceri; vince trasparente e duro come il diamante. Non si lascia commuovere dalla parentela, né tanto meno smuovere dalle solite cose: su squadre che fra loro usano un occhio - se non tutt'e due - di riguardo. Francamente capitano, a volte e altrove, miracoli grandiosi di squadrette contro squadroni, e spesso odorano più di zolfo che di incenso. Ma qui al Comunale non ci sono santi (o quel che siano), si fa calcio alla piena luce del sole. E  rimane l'agrodolce di un verdetto spietato, però pulito.

La Sicilia, 18/04/1987

Presidente: Sebastiano Guglielmino
DS: Ireneo Mangiacasale
Allenatore: Piero Cucchi
Allenatore in seconda: Josè Sorbello

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Pellegrino (17,-), Sestito (17,-), Spadaro (1,-)
Difensori: Praticò (34,-), Marrazzo (27,2), Matarazzo (20,2), Biviano (33,1), Bonanno (22,-)
Centrocampisti: Sciuto (31,1), Izzo (30,2), Tomasino (33,3), Dolce (32,3), Salpietro (15,-), Dovara (2,-), Di Napoli (7,-), Fabrizi (30,1)
Attaccanti: Pitino (34,12), Saporito (23,3), Torti (30,3)

1

Giarre-Cavese

2-0

1-1

2

Turris-Giarre

0-1

1-4

3

Giarre-Trapani

0-0

0-0

4

Latina-Giarre

1-0

0-2

5

Giarre-Ercolanese

1-0

0-0

6

Rende-Giarre

3-1

1-3

7

Giarre-Valdiano

1-0

1-2

8

Ischia-Giarre

0-0

0-0

9

Lodigiani-Giarre

2-0

0-0

10

Giarre-Pro Cisterna

0-0

3-4

11

Nissa-Giarre

1-0

0-3

12

Giarre-Frosinone

0-0

0-0

13

Nola-Giarre

1-0

1-2

14

Siracusa-Giarre

1-2

0-1

15

Giarre-Juvestabia

2-1

0-1

16

Paganese-Giarre

1-0

0-1

17

Giarre-Afragolese

1-0

2-1

Squadra

Punti

.

Frosinone

47

Promosso in C1

Ischia

44

Promosso in C1

Latina

42

.

Giarre

40

.

Juvestabia

38

.

Siracusa

37

.

Valdiano

37

.

Lodigiani

34

.

Afragolese

33

.

Nola

33

.

Pro Cisterna

33

.

Trapani

32

.

Cavese

30

.

Ercolanese

29

.

Turris

29

.

Rende

28

Retrocesso in Interregionale

Nissa

22

Retrocesso in Interregionale

Paganese

20

Retrocesso in Interregionale

1° turno

Reggina-Giarre

0-0

3-1

.

Giarre-Cosenza

3-0

1-1

.

Rende-Giarre

2-2

0-3

..

qualificata Reggina

Piero Cucchi  

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Il lungimirante presidente Guglielmino, intenzionato a ben figurare anche tra i professionisti, congedato Morana, affida la squadra alle cure di un tecnico navigato e preparato quale Pierino Cucchi (ex calciatore di diverse formazioni di A e B tra le quali la Lazio) e dell'ex direttore sportivo del Siracusa Ireneo Mangiacasale. La prima campagna acquisti del tecnico lombardo è orientata a potenziare, con pochi e mirati innesti, un undici già collaudato. Dal Piemonte arrivano tre pilastri: il molisano Tomasino (dalla Cairese), il sardo Saporito (Alessandria) e il piemontese Torti (Migliarina). A questi si aggiungono Praticò dalla Nissa (ex del Campobasso, farà carriera col Vicenza), e Marcello Pitino, centrattacco del Siracusa. In uscita si registrano le partenze di Trilotta e Signorelli (Siderno), dell'ala Bambara (Ragusa) e la dolorosa cessione di Nino Franzoni. Quest'ultimo viene ceduto all'Akragas, ma il centravanti preferirebbe tornare nella natia Santa Teresa: una sottoscrizione popolare dei tifosi rivieraschi lo riporterà finalmente a casa. La riconferma di Dolce e degli altri big consente al Giarre di conquistare una già storica salvezza. Il prologo agostano della stagione è esaltante: il Giarre fa capolino nella quarta serie con degli ottimi risultati colti nella Coppa Italia contro due grandi della Serie C. I ragazzi di Cucchi guadagnano i titoli dei giornali, ma non il passaggio del turno. L'esordio in C2 è, invece, contro la Cavese: il 21 settembre 1986 il Giarre supera per 2-0 i campani e la prima rete è di Angelo Sciuto (65'). Alla seconda giornata arriva il secondo exploit di Cucchi che ritornato a far visita alla sua ex squadra la batte per 1-0. La classifica cortissima proietta il Giarre al secondo posto a -1 dal Siracusa (7°turno), ma 3 sconfitte e 3 pari (8°-13°turno) fanno ripiombare i giallo-blu a meno 2 dal traballante terz'ultimo posto in graduatoria. Ma non occorre preoccuparsi: al 14°turno giunge la prima storica vittoria contro il Siracusa e per di più gli uomini di Cucchi la colgono violando il De Simone. Si inaugura così una quasi ventennale rivalità con gli aretusei.Il girone di ritorno è strabiliante: il Giarre vince quasi sempre in casa e non perde in trasferta,eccetto a Valdiano e nella rocambolesca partita contro il Cisterna di Latina. Contro i laziali il Giarre è in emergenza: dopo pochi minuti si fa male Sestito e Cucchi è costretto a mandare in campo il sedicenne Amedo Spadaro che subisce 4 reti. A giugno i giallo-blu si piazzano quarti a sole 4 lunghezze dal secondo posto dell'Ischia che viene promosso in C1.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati