GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1996-97

Campionato Regionale di Eccellenza (gir. B) 1996-97

Posizione finale: 3/16

Punti: 51

 

Partite vinte: 14

 

Partite pareggiate: 9

 

Partite perse: 7

 

Reti fatte: 36

Reti subite: 28

 
   
   
   

Il Presidente del Giarre Di Bella

Presidente: Salvo Di Bella
Allenatore: Mario Marino, Carmelo Russo, Alberto Vitale-Antonio Melissa

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Gignina (25,-), Leonardi (6,-), Brillante (-,-)
Difensori: Privitera G.(19,1), Platania (22,2), Grasso (28,-), Gazzè (24,2), Palumbo (16,-), Cannizzaro (7,-), Sciuto (18,-), Puglisi A. (18,-)
Centrocampisti: Romeo (20,2), Russo M. (29,4), D'Agostino (25,9), Leotta (17,-), Raciti (11,-), De Stasio (1,-), Crisafulli (23,4), Galvagna (4,-), Viscuso (16,1), Saglimbene (3,-)
Attaccanti: Mavilia (4,-), Scalia (8,3), Torrisi (6,-), Moschella (20,4), Costanzo (21,4), Leonardi G. (1,-), Rodolico (1,-), Flori (1,-)

1

Giarre-Lipari

4-1

0-3

2

Enna-Giarre

1-1

1-1

3

Giarre-Catenanuovese

2-1

1-0

4

Vittoria-Giarre

0-0

1-0

5

Giarre-Comiso

2-0

0-0

6

Leonzio-Giarre

1-1

1-1

7

Giarre-Messina

2-1

0-0

8

Sant’Agata-Giarre

1-0

1-2

9

Giarre-Siracusa

2-1

0-1

10

Scordia-Giarre

1-0

1-3

11

Giarre-Paternò

1-3

0-0

12

Modica-Giarre

1-2

1-2

13

Giarre-Belpasso

0-0

0-4

14

Trecastagni-Giarre

1-2

1-3

15

Giarre-Viagrande

3-0

1-0

Squadra

Punti

.

Vittoria

63

Promosso in CND

Siracusa

58

.

Giarre

51

.

Leonzio

50

.

Paternò

46

.

Comiso

44

.

Belpasso

39

.

Viagrande

38

.

Lipari

38

.

Messina

37

.

Trecastagni

36

.

Scordia

36

.

Sant’Agata

36

.

Modica

35

.

Catenanuovese

20

Retrocesso in Promozione

Enna

15

Retrocesso in Promozione

Primo turno

Riposto-Giarre

2-3

.

.

Giarre-Taormina

4-3

.

16i

Viagrande-Giarre

0-0

1-3

8i

Due Torri-Giarre

1-0

0-3

4i

Giarre-Leonzio

1-0

2-0 per delibera

semifinali

Mazara-Giarre

2-0

1-2


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Nonostante i due tentativi falliti nei minuti finali il presidente di Bella allestisce una nuova squadra in grado di lottare per il vertice. Affidati a Mario Marino, che abbandona il ruolo di direttore generale per accomodarsi in panchina, i giallo-blu potenziano la rosa con il portiere Gignina, i graditi ritorni in difesa di Gazzè e di Angelo Sciuto e con la classe di D'Agostino e Romeo a centrocampo. In avanti brilla la potenza del bomber Scalia (dal Gravina). Il Giarre parte abbastanza bene, ma le sconfitte giunte all'8° al 10° ed all'11° turno e la partenza di Scalia che si era ben comportato in avvio, compromettono il resto della stagione. Come se non bastasse, Marino, dopo l'inopinato crollo casalingo contro il Paternò si dimette e pian piano il Giarre scivola indietro in classifica. In panchina si alternano i vari Russo (ritorna dopo 15 anni e dopo aver guidato il Catania in C2), Alberto Vitale e Salvatore Melissa, già allenatori delle giovanili ai tempi della C (subentrano dopo la sconfitta casalinga col Vittoria). Ma, nonostante i tanti avvicendamenti di suonatori, la musica non cambia. Nel girone di ritorno si perde anche in casa col Vittoria, che lungamente duella col Siracusa, senza mai perdere la testa, e si subisce una batosta a Belpasso. Alla fine non resta che accontentarsi di un 3° posto a 12 lunghezze dal Vittoria. Ma, considerato l'obiettivo iniziale, la stagione non può che dirsi fallimentare. Il borsino del Giarre recita: 14 i successi (10 in casa), 9 i pareggi e 7 (2 in casa) le sconfitte. La pecca più grande? Solo 8 le reti segnate lontano dal Comunale.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati