GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1999-00

Campionato Regionale di Eccellenza (gir. B) 1999-00

Posizione finale: 4/16

Punti: 55

 

Partite vinte: 16

 

Partite pareggiate: 7

 

Partite perse: 7

 

Reti fatte: 49

Reti subite: 19

 
   
   
   

Nicola Dolce: ritorna a Giarre da allenatore

Una decina di distratti alle 14.20 di ieri erano al campo di Fiumefreddo. <<E i cancelli quando li aprono per questo benedetto derby?>>. Giarre-Siracusa, decisione emersa ufficialmente sabato a tarda sera, sarà recuperata in data da destinarsi. Lo ha deciso il comitato regionale della Federcalcio: i motivi? Ordine pubblico: il campo di Fiumefreddo in cui il Giarre avrebbe dovuto disputare il match (il terreno di casa è infatti ancora inagibile per lavori di restauro) non è omologato per gli incontri di Eccellenza. Peggio ancora ha una tribuna con appena 200 posti a sedere e figurarsi se fosse stata sufficiente ad accogliere i tifosi delle due squadre, divisi da acerrima rivalità sin dagli anni del professionismo. (...) Il Sindaco di Fiumefreddo, Marinella Fiume, vuol precisare un paio di particolari importanti: <<Innanzi tutto l'indisponibilità del campo di Fiumefreddo non è stata comunicata all'ultimo istante, ma nella tarda mattinata di giovedì. Ma bisogna ripartire da domenica scorsa, giorno in cui il presidente del Giarre, signor Di Bella, mi aveva ringraziato per l'ospitalità (...) dicendomi di aver portato loro fortuna per le quattro vittorie consecutive conquistate (...). A Fiumefreddo non ci sono due tribune per far entrare separatamente i tifosi di Giarre e Siracusa. Ripensando ai tafferugli degli anni precedenti, considerato che mancava anche l'autorizzazione della PS, ho richiamato qualche ora dopo il presidente del Giarre (...) dicendo chiaramente che non avrei potuto concedere il campo>>.

Giovanni Finocchiaro, La Sicilia

Presidente: Salvo Di Bella
DG: Massimo Parisi
Allenatore: Nicola Dolce

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: La Malfa (27,-), Perrone (6,-)
Difensori: Ricordi (25,2), Puglisi M. (15,-), Musumeci (28,-), Minisi (24,3), D'Aita (4,1), D'Amore (3,-), Capobianco (22,2), Fisicaro (6,-), Sorbello (1,-), Salonia (7,-), Milici (1,-)
Centrocampisti: Anastasi (24,8), Iovino (22,2), Malaguarnera (8,1), La Guzza G. (19,3), Sapienza (3,-), Giuffrida (9,-), Valastro (19,4), Trovato W. (24,-), Leonardi (3,3), Neri (1,-), Dolce (27,2), Spadaro (4,-), Dilettoso (4,-)
Attaccanti: Zani (18,11), Di Gregorio (29,5), Venticinque (4,1), Alì (10,1)

1 Canicattini-Giarre 0-2 0-4
2 Giarre-Camaro 2-1 1-1
3 Villafranca-Giarre 0-1 0-0
4 Giarre-Real Messina 1-0 0-1
5 Leonzio-Giarre 0-0 0-0
6 Giarre-Comiso 2-0 1-3
7 Giarre-Modica 3-1 1-0
8 Paternò-Giarre 1-0 1-0
9 Giarre-Siracusa 2-1 1-2
10 Spadaforese-Giarre 1-1 1-1
11 Giarre-Gravina 5-1 0-1
12 Viagrande-Giarre 0-0 0-1
13 Giarre-Augusta 2-0 4-1
14 Lipari-Giarre 0-4 0-6 *
15 Giarre-Belpasso 4-1 1-2
*sosp. 40'pt per inferiorità numerica

Squadra

Punti

.

Paternò

74

Promosso in D

Villafranca

67

.

Siracusa

66

.

Giarre

55

.

Comiso

48

.

Modica

45

.

Belpasso

44

.

Leonzio

40

.

Real Messina

40

.

Camaro

39

.

Canicattini

39

.

Gravina

35

.

Spadaforese

29

.

Viagrande

23

Retrocesso  in Promozione

Augusta

20

Retrocesso  in Promozione

Lipari

-2

Retrocesso  in Promozione

1°turno

Giarre-Riposto

2-0 .
. Trecastagni-Giarre 1-5 .
16i Aci S.Antonio-Giarre 1-4 2-1
8i Akragas-Giarre 2-2 1-1
4i Megara Augusta-Giarre 2-0 0-3
semifinale Paternò-Giarre 5-1 3-2


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Il ritorno del presidente Di Bella - riassume le redini societarie dopo il breve e sfortunato interregno dell'avv. D'Urso Somma - non basta per risollevare le sorti della squadra che conclude il torneo a 19 punti dalla battistrada Paternò. La panchina dell'undici giallo-blu viene affidata ad un ex di prestigio, quel Nicola Dolce che aveva guidato il centrocampo del Giarre alla fine degli anni '80. Il giocatore-allenatore originario di Catanzaro, però, non riesce a ripetere le gesta che l'anno precedente gli avevano consentito di trascinare il Caltagirone (sua altra città di adozione) verso il CND. I giallo-blu si affidano alla classe del bomber Graziano Zani proveniente dallo Sciacca (25 reti nell'ultimo campionato e già alla Leonzio in C1), al centrale Ricordi (dal Caltagirone), alle parate di Roberto La Malfa dal Ragusa e pescano dal Gravina un giovane centrocampista di Riposto che sarà protagonista di una luminosa carriera: Maurizio Anastasi (Acireale, Catania, Cesena, Avellino, Ancona). Vengono ingaggiati anche Nicola Malaguarnera (Caltagirone), Capobianco (Scordia), D'Amore e Giuffrida (Gravina) ed il giovane jolly Arturo Musumeci (Acireale). A gennaio arriverà anche Paolo Alì dal Villafranca. Il Giarre, partito benissimo (4 successi consecutivi), all'8°turno perde col Paternò che prende la testa della classifica e tenta la fuga. Alla nona giornata, arriva l'importante successo nella sentitissima sfida col Siracusa: passati in svantaggio per una rete di Massimo Riganò, i giallo-blu sorpassano gli aretusei grazie alle reti di Di Gregorio e Anastasi. I ragazzi di Dolce si laureano campioni d'inverno grazie ad una serie finale di tre successi consecutivi. Tuttavia, un girone di ritorno disastroso, contrapposto alla veemenza del Paternò degli ex Crisitan Previtera ed Alfio Scalia (realizzerà il record di punti nel campionato di Eccellenza), relega il Giarre al quarto posto finale che non ripaga le attese della dirigenza e le illusioni dei tifosi. Sono fatali per gli uomini di Dolce le sconfitte subite a Messina contro il Real, a Comiso, ma soprattutto quella a domicilio inflitta dal Paternò (rete di Scalia al 94') dei talenti Marchese e Pagana, e, nella giornata successiva, a Siracusa. Si chiude con la roboante goleada al Lipari e l'ormai ininfluente sconfitta di Belpasso.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati