GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
2003-04

Campionato Regionale di Eccellenza (gir. B) 2003-04

Posizione finale: 1/16

Punti: 68

 

Partite vinte: 20

 

Partite pareggiate: 8

 

Partite perse: 2

 

Reti fatte: 60

Reti subite: 22

 
   
   
   

Una formazione del Giarre 2003-04

Finalmente è giunto anche il conforto della matematica. Era ormai scontata da parecchio tempo la promozione in Serie D del Giarre, ma ora anche per i numeri non ci sono più dubbi. Non è che ce ne fossero stati tanti anche in precedenza, per la verità, considerato l'enorme vantaggio accumulato dai ragazzi di Carlo Breve nei confronti del tandem composto da Comiso e Mascalucia per non parlare, poi, degli altri concorrenti che hanno accumulato quasi venti punti di distacco dei quali già si parlava fin dall'inizio del campionato, una volta passati in rassegna i vari organici di tutte le squadre.

Franco Anastasi, La Sicilia 22/03/2004

Presidente: Salvo Di Bella-Nico Le Mura
DG: Massimo Parisi
Allenatore: Carlo Breve

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Modica (12,-), Granata (28,-), Falzone (-,-)
Difensori: Anastasi (26,-), Garozzo (10,-), Puglisi (28,1), Bartoluccio (14,-), La Guzza G. (17,-), Cascio (14,-), Curcuruto (13,1), Cicoria (2,-), Amoroso (22,-), Bongiorno (16,1)
Centrocampisti: Aiello G. (31,2), Mondello (21,1), Marchese (17,5), Capobianco (27,2), Ciaramitaro (25,1), Torre (22,10), Russo (32,-), Delisi (20,1)
Attaccanti: Montalto (33,5), Conte (21,3), Cannistraci (32,22), Scudieri (28,4)

1

Giarre-Sporting Palagonia

4-1

2-2

2

Giarratana-Giarre

1-3

1-3

3

Giarre-Camaro

5-2

1-1

4

Sporting Mascalucia-Giarre

1-0

0-2

5

Giarre-Spadaforese

3-1

1-0

6

Due Torri-Giarre

0-0

0-2

7

Giarre-Acicatena

1-1

2-0

8

Scordia-Giarre

0-1

1-1

9

Giarre-Comiso

3-2

2-2

10

Belpasso-Giarre

1-2

1-6

11

Giarre-Orlandina

1-0

1-2

12

Palazzolo-Giarre

1-2

1-3

13

Canicattini-Giarre

0-2

0-3

14

Giarre-Tortorici

0-0

0-0

15

Aci S.Antonio-Giarre

0-3

0-1

Squadra Punti

Giarre

68

Comiso

55

.

Acicatena

52

.

Orlandina

47

.

Sp Mascalucia

47

.

Scordia

46

.

Due Torri

44

.

Aci S.Antonio

43

.

Tortotici

41

.

Canicattini

37

.

Giarratana

36

.

Camaro

35

.

Palagonia

33

.

Belpasso

15

.

Spadaforese

15

.

Coppa Italia Eccellenza-Fase regionale

16i

Giarre-Aci S.Antonio

4-0

1-2

8i

Camaro-Giarre

1-0

0-3

4i

Palazzolo-Giarre

0-2

0-1

semifinali

Orlandina-Giarre

3-2

1-2

finale

Giarre-Raffadali

4-0

 

Coppa Italia Eccellenza-Fase nazionale

Primo turno

Giarre-Nuova Rosarnese

2-0

4-3 Dcr

4i

San Paolo Bari-Giarre

2-0

0-0

       

21 Marzo 2004, ore 17:06

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 

Il duo presidenziale composto dall'esperto Di Bella e dal giovane Le Mura sembra progettare le cose in grande. In estate si tratta il titolo di una società di Serie D, ma sfumato l'affare, viene avviata una campagna acquisti faraonica. Confermati i soli Puglisi e La Guzza, il nuovo Ds Massimo Parisi (ritorna dopo 3 anni) sceglie elementi di grande esperienza: Anastasi dalla Leonzio (ex di Acireale e Igea Virtus), Amoroso dall'Iripinia (ex di Trapani e Siracusa), Aiello dal Canicattini (ex di Vittoria e Siracusa), Conte dal Gela, Cannistraci dall'Orlandina (sostituisce Vescovo che ha ceduto alle lusinghe dell'Adrano), Capobianco dal Modica, Granata dall'Acireale, Torre dal Trapani e reduce dalla vittoria dei campionati del mondo con la nazionale italiana militare, Ciaramitaro dalla Pro Favara (ex del Pescara) e l'anziano centravanti Scudieri dal Rende. Completeranno la rosa gli acquisti novembrini di Marchese (già di Avezzano, Fasano, Catanzaro e Fano) e Curcuruto dal Riposto. La conduzione tecnica della squadra è affidata al prof. Carlo Breve, la stagione precedente al Giardini Naxos in Promozione e contemporaneamente selezionatore della rappresentativa siciliana juniores. L'obiettivo è chiaro per tutti: vincere il campionato. L'11 giallo-blu prende la vetta al 9° turno (successo in rimonta sul Comiso) per non lasciarla più. Venti successi, 8 pareggi e 2 sole sconfitte consentono al Giarre di ritornare dopo quasi 20 anni nel massimo torneo dilettantistico. Con quasi un mese d'anticipo sulla fine ufficiale del torneo, il 21 marzo, si festeggia la conquista del campionato. Il Giarre si aggiudica anche la fase regionale della coppa Italia dilettanti travolgendo in finale il Raffadali (reti di Scudieri, Montalto, Ciaramitaro, Cannistraci). Alla partita assiste il presidente della regione, il discusso Totò Cuffaro, ma rimane solo pochi minuti. A La Repubblica dichiara: «Ero di passaggio, ho assistito solo ai primi minuti, poi ho capito che il Giarre era molto più forte, sono andato via»  L'avventura nella fase nazionale si conclude ai quarti per mano del San Paolo di Bari. Cannistraci conquista il titolo di cannoniere principe del torneo: era dai tempi di un certo Marcello Prima che questo titolo mancava dalla bacheca della società.

La chiave del campionato? I 21 turni di imbattibilità e l'epica rimonta sul Comiso al 9° turno. Gli arancion-verdi si portano sul 2-0 e sembrano aver chiuso la partita, quando in 15 minuti Cannistraci & Co. ribaltano il risultato con le reti di Scudieri (70'), Cannistraci (79' su rigore) e Puglisi (85').

 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati