GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
2006-07

Campionato di Serie D (gir. I) 2006-07

Posizione finale: 13/18

Fiorentina-Giarre al Franchi

(retrocede dopo i Play-out)  

Punti: 40

 

Partite vinte: 10

 

Partite pareggiate: 10

 

Partite perse: 14

 

Reti fatte: 32

Reti subite: 40

 
   

Un grande Domicoli atterra il Castrovillari in un finale tanto pirotecnico quanto inatteso. In verità nulla faceva presagire una vittoria e, soprattutto, un punteggio così largo. Invece, dopo un primo tempo in cui la formazione ospite era stata abbastanza spogliata e anche più pericolosa in attacco, ma che si era concluso con la formazione giallo-blu in vantaggio grazie ad un gran gol di Domicoli (...). Tutto questo fino a quando, grazie ad un calcio di punizione dai 20 metri, il solito Domicoli, una vera furia scatenata, incontrollabile ed incontenibile, con un gran tiro andava a colpire la base interna della traversa con il pallone che, sbattendo a terra, sembrava avere superato la linea di porta.

Franco Anastasi, La Sicilia 30/04/2007

Presidente: Federico Spampinato
DG: Sebastiano Spampinato
Allenatore: Pino Zingherino, Saro Foti, Natale Picone

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Silvestri (26,-), Monastra (-,-), Canale (8,-)
Difensori: Conticelli (12,-), Vezzosi (25,-), Nobile (18,-), Filistad (29,-), Oliveri (26,-), Curcuruto (8,-), Indelicato F. (-,-), Spartà (,-), Grimaldi (14,-), Nasello (6,-), Russo M. (14,-), Crimi (1,-), Zingale (1,-), Marzà (24,-), Pappalardo (2,-)
Centrocampisti: Costanzo G. (13,4), Bruno (23,-), Cacciola (31,-), Puglisi C. (24,7), Indelicato S. (23,-), Costanzo B. (2,-), Cilio (13,-), Napoli F. (8,-), Stelitano (1,-), Viglianesei (1,-), Mastroieni (3,-)
Attaccanti: Domicoli (22,8), Intagliata (29,2), Coppa (1,-), Strano, Di Prima (19,4), Cortese (20,2), Nuccio (13,2), Alberio (3,-), Di Palma (2,-)

1

Sapri-Giarre 0-1 2-1

2

Giarre-Ragusa 2-0 0-2

3

Paolana-Giarre 0-1 0-3

4

Giarre-Campobello 3-2 1-0

5

Giarre-Paternò 0-2 0-2

6

Acicatena-Giarre 0-0 3-0

7

Giarre-Pomigliano 1-1 1-2

8

Angri-Giarre 2-1 1-1

9

Giarre-Licata 0-0 0-1

10

Cosenza-Giarre 1-1 3-1

11

Giarre-Rossanese 1-1 0-0

12

Neapolis-Giarre 1-0 1-1

13

Giarre-Adrano 0-0 1-1

14

Siracusa-Giarre 3-0 2-0

15

Giarre-Savoia 2-1 2-1

16

Castrovillari-Giarre 1-0 1-4

17

Giarre-Comiso 2-3 1-0
Play out Campobello-Giarre 2-0 1-1

Squadra

Punti

.

Sporting Neapolis 72

Promosso in C2

Angri 63

.

Siracusa 59

.

Cosenza 52

.

Savoia 52

.

Catrovillari 50

.

Ragusa 48

.

Comiso 46

.

Adrano 45

.

Sapri 45

.

Paternò 44

.

Pomigliano 43

.

Giarre 40

retrocesso dopo play-out

Acicatena 39 .
Licata 36

retrocesso dopo play-out

Canpobello di Mazara 35 .
Rossanese 30

Retrocesso in Eccellenza

Paolana 17

Retrocesso in Eccellenza

Coppa Italia Tim

primo turno Fiorentina-Giarre 3-0

Coppa Italia

primo turno Giarre-Adrano 1-2 0-1

Fiorentina-Giarre 3-0  

 

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 

Davvero fallimentare la terza stagione del Giarre in Serie D. Ceduto in estate il sodalizio al costruttore catanese Spampinato - novello Massimino per l'origine economica e la scarsa fluidità di linguaggio - il presidente Di Bella si defila dopo quasi un ventennio, non senza aver comunque battuto cassa (i giornali parlano di 100.000 euro per il pacchetto di maggioranza, 25.000 di contributi del comune relativi agli anni pregressi e 40.000 per la cessione del promettente Gianula Litteri all'Inter). Il nuovo presidente Spampinato promette la Promozione in tre anni - non ben specificando se intende raggiungere la C2 o retrocedere due volte di fila in meno di un lustro - ed affida all'omonimo d.s. Spampinato il compito di allestire una squadra appena decente. Affidata al giovane e ruspante trainer catanese Pino Zingherino - in verità molto amato dalla curva - una squadra per metà ereditata dalla Virtus Catania, vecchia società di Spampinato e reduce da una ascesa che in pochi anni l'ha condotta in Eccellenza, affianca a questo manipolo di calciatori un altro di "esperti" delle categorie superiori (Costanzo, già dell'Acireale del Foggia; Carmelo Puglisi, enfant prodige del calcio siciliano con un passato anche a Torino; Cacciola, già della Spal; Domicoli dal San Gimignano) con il compito di guidare i più giovani. Provano lungamente gli under 20 maltesi Pulo e Kovasevic, ma non verranno mai ingaggiati.

L'inizio di stagione è sorprendente: con la Fiorentina si chiude il primo tempo sullo 0-0 al Franchi e solo le prodezze di Pazzini permettono ai viola di vincere. Il primo campanello d'allarme suona nel primo turno della coppa di categoria. L'Adrano - dove si sono trasferiti il vecchio d.s. Marino, l'allenatore Di Maria e molti ex - fa un sol boccone del modestissimo Giarre. In campionato, però, quattro vittorie nei primi quattro turni proiettano i gallo-blu ai vertici della graduatoria in condomino con  il forte Neapolis. In realtà il torneo si chiude dopo il primo tempo monstre giocato con il Campobello: 3-0. Ma al termine dell'intervallo i giarresi rimangono negli spogliatoi uscendone solo al termine del campionato. In un tourbillon di allenatori e giocatori, il Giarre sembra trovare la quadratura solo con Picone, ma le vittorie consecutive al termine della stagione che proiettano il Giarre in una posizione di vantaggio per disputare i play-out, si rivelano effimere. Lo spareggio col Campobello si tramuta in un atto funebre: il Giarre, pur meritando il ripescaggio, non presenta domanda e, come accadde anni fa, sparisce dal calcio che conta.

E dire che, in inverno, Giarre aveva ancora una volta assaporato il calcio che conta. Il Torino, in vista dell'incontro di campionato con il Messina si era fermato al Comunale per la rifinitura. 

 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati