GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
Leggende Giallo-blu

Il primo derby con il Riposto

L'articolo che segue è tratto dalle pagine del Popolo di Sicilia ed è la prima cronaca giornalistica di una stracittadina tra una squadra di Giarre ed una di Riposto. La partita - che comunque non è la prima disputata tra le due compagini - viene giocata 89 anni dopo l'autonomia conquistata da Riposto.

18 Aprile 1930

SS Mongibello contro Dopolavoro Sportivo Riposto

GIARRE 18 - L'attesa partita di calcio tra il locale SS Mongibello e l'undici del Dopolavoro Sportivo Riposto vedrà oggi il suo svolgimento al campo di Piazza del Carmine. I bianco-neri del prof. Zappia, che tanto sapientemente dirige le sorti del giovane sodalizio giarrese, saranno impegnati in una cavalleresca e combattuta contesa. il team cittadino formato da giovani elementi scende oggi agguerrito e ben preparato in ogni suo reparto per sfoggiare il buon grado di forma acquistato attraverso una severa e metodica preparazione. I baldi calciatori mongibellini, reduci dalla immeritata sconfitta di misura subita a Fiumefreddo da quella squadra locale, cercano oggi di confermare ai loro soupporters (sic) la fiducia da loro riposta aspettando a piè fermo l'agguerrita compagine bianco-celeste di Riposto.

Da parte loro i ragazzi del Dopolavoro di Riposto scenderanno a Giarre colla speranza di contendere ai rivali la tanto agognata vittoria e per confermare la loro superiorità facendo valere i diritti della classe. Del team bianco-celeste conosciamo già l'ottima forma e siamo ben certi di assistere ad una movimentata ed equilibrata partita. Due squadre, quindi, che non molleranno troppo presto. La vittoria sarà dei più tenaci e dei più coraggiosi.

Il pubblico che certo affollerà oggi il campo di Piazza del Carmine non mancherà di coadiuvare i bianco-neri in tale compito, poiché anche esso comprenderà come, per vincere una battaglia difficile, valido coefficiente sia l'incitamento entusiastico della folla amica.

 

19 Aprile 1930

La SS Mongibello batte Dopolavoro Riposto 1-0

GIARRE 19 - Il numeroso pubblico convenuto oggi al campo sportivo di Piazza del Carmine è rimasto soddisfatto del bell'incontro combattuto dai propri beniamini. I volenterosi ragazzi di Bottaro hanno dunque superato oggi la prova del fuoco battendo di stretta misura i vicini del Dopolavoro di Riposto.

Gli undici bianco-neri hanno imposto la loro superiorità tecnica dimostrando la differenza di classe che li separa sia come giuoco individuale che come quello di squadra dai suoi rivali. Il team cittadino composto da giovani elementi ha svolto delle azioni chiare e precise invadendo numerose volte l'area avversaria, costringendo i bianco-celesti a salvarsi dalla minaccia e dalla pressione andando in corner. La difesa mongibellina ha svolto un lavoro magnifico e di intesa e chi ha maggiormente brillato è stato il terzino Toscano che ha varie volte spezzato gli attacchi avversari distinguendosi con onore. La linea attaccante, forte delle due ali, ha svolto un giuoco brillante ed alquanto preciso sia nei passaggi che nei tiri in goals. Dei dopolavoristi ottimi i due terzini mentre il portiere è stato l'ombra di se stesso.

La partita

L'incontro ha inizio alle ore 16.30 precise diretto dal geom. Pippo Lainò. La palla è ai bianco-celesti che abbozzano subito una prima discesa spezzata dall'intervento del terzino bianco-nero. Quantunque spira un forte vento e la pioggia incomincia a cadere incessante, il giuoco segue il suo regolare svolgimento. Primo ad essere impegnato è il portiere del Riposto che si salva in corner da un importante tiro di Cantarella finito con un nulla di fatto. La pressione dei bianco-neri si fa più incessante ma pur giocando con vento favorevole e per ben venti minuti nell'area avversaria, non riescono a segnare. Inutile reazione dopolavorista perché la linea degli avanti non lega per nulla. qualche fallo di mano da parte delle due squadre, ancora qualche corner ed il primo tempo si chiude zero a zero.

La ripresa vede gli uomini di Bottaro lanciati alla conquista della vittoria ed impongono agli avversari i diritti della classe. I bianco-celesti si difendono disperatamente e serrano al difesa nella speranza di conservare vergine la propria porta. Il goal bianco-nero non tarda a venire, di fatti al ventesimo della ripresa il centro avanti mongibellino scavalcati i mediani avversari porge un preciso pallone a Cavallaro che con un potente schooh (sic) batte il portiere avversario senza che quest'ultimo tentasse la parata. Il pubblico rompe in fragorosi applausi ed invita a gran voce i propri beniamini. Ancora superiorità bianco-nera salvo qualche rara incursione avversaria quando sopraggiunge la fine del tempo. Dopo lo svolgimento della partita è stato offerto dal sig. Podestà un vermouth d'onore ai ventidue atleti.

Ecco la squadra vincente: Longo, Toscano, Conciso, Grasso, Fichera, Lo Schiavio, Monti, Cantarella, Bottaro, Pino, Cavallaro

 

 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
 
 
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati