GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1983-84

Campionato di Promozione Regionale (gir. B) 1983-84

Posizione finale: 1/18

Punti: 45

Partite vinte: 17

Partite pareggiate: 11

Partite perse: 2

Reti fatte: 54

Reti subite: 24

 
 
 

Il centravanti Nino Franzoni

Lo scorso anno Giarre, la Giarre quotidianamente e freneticamente assorta nel suo terziario rampante fatto di commerci e artigianato oltre che di un'illusoria e sempiterna vocazione turistica mai sviluppata, si fermò a festeggiare i protagonisti di una stagione sportiva forse irripetibile per i colori cittadini: fu l'anno del balzo in avanti di calcio, basket e pallavolo. Tutte insieme promosse, come mai prima era accaduto. E Giarre ci prese gusto (...). Il Giarre società ha mostrato sotto il regno illuminato di Nello Guglielmino di poter compiere un balzo di qualità impossibile e mai realizzato prima, dimostrato peraltro, con la recente trasformazione della SS Giarre in società per azioni, di non volersi fermare e di voler darsi un assetto ancora più solido ed ambizioso. E, perchè no, tentare magari un nuovo salto: è vero o non è vero che "non c'è due senza tre"?

Gerardo Marrone, Guida alla Cronoscalata Giarre-Montesalice-Milo, 1984

Presidente: Sebastiano Guglielmino
Allenatore: Nicola Trimarchi
Allenatore in seconda: Mario Marino

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: D'Agata (20,-), Pappalardo (10,-)
Difensori: Biviano (28,2), Lo Certo (26,1), Aricò (27,8), Marino (28,-), Leotta (22,-), Argento (4,-), Quattrocchi (2,-)
Centrocampisti: Castorina (27,-), De Maria (29,1), Muscolino (4,-), Cannaò (30,1), Bambara (2,2), Longo (26,2), Patti (4,-), Catania (3,-)
Attaccanti: Verona (30,17), Franzoni (25,19), Dovara (1,-), Acquino (1,-)

1

Giarre-Megara Augusta

2-0

0-0

2

Modica-Giarre

0-0

1-1

3

Giarre-Pozzallo

2-2

2-1

4

Rosolini-Giarre

1-1

0-4

5

Giarre-Orlandina

1-0

0-2

6

Giardini Naxos-Giarre

1-1

1-2

7

Giarre-Ramacca

2-0

2-0

8

Pattese-Giarre

2-1

1-6

9

Giarre-Leonzio

4-1

2-1

10

Scicli-Giarre

0-0

2-2

11

Giarre-Bronte

3-0

1-1

12

Avola-Giarre

1-1

1-4

13

Giarre-S.Agata

3-2

3-2

14

Francavilla-Giarre

0-1

1-1

15

Giarre-Vittoria

1-0

1-0

Squadra

Punti

.

Giarre

45

Promosso in Interregionale

Scicli

44

Ripescato in Interregionale

Orlandina

40

.

Modica

36

.

Sant’Agata

34

.

Vittoria

34

.

Giardini Naxos

32

.

Pozzallo

32

.

Leonzio

31

.

Ramacca

25

.

Rosolini

24

.

Bronte

23

.

Francavilla

23

.

Megara Augusta

23

Retrocesso in Prima Categoria

Avola

20

Retrocesso in Prima Categoria

Pattese

14

Retrocesso in Prima Categoria

1° turno

Giarre-Francavilla

3-0

2-0

2° turno

?

?

?

3° turno

Scicli-Giarre

2-2

0-3

16i Giarre-Montescaglioso (MT) 5-1 0-2

32i

Giarre-Sangiuseppese

1-0

0-3


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
La coppia d'oro Franzoni-Verona guida il Giarre di Trimarchi (chiamato dal Villafranca, squadra rivelazione delle ultime stagioni e già al Messina in C2, per brevi spezzoni nel biennio 78-80) nella difficile lotta contro lo Scicli. 36 sono le reti messe a segno dal duo, ma non sarebbero state sufficienti a garantire la promozione se un tiro maligno di Bambara non avesse sorpreso il portiere del Vittoria permettendo ai giallo-blu di violare all'88esimo minuto il campo ragusano. La stagione 83-84 è forse la più emozionante della storia del Giarre, non soltanto perché rappresenta la seconda promozione consecutiva che proietta i giallo-blu in una serie in cui non erano mai stati prima, ma perché il campionato è una altalena di emozioni e tutto si decide all'ultimo minuto. Trascinato dalla coppia Franzoni-Verona, il Giarre si affida ai fedelissimi che Trimarchi porta con sè dal Villafranca: Aricò, Cannaò e soprattutto il diciassettenne Armando Biviano, terzino eoliano che rimarrà in giallo-blu per 11 stagioni. In campionato è inizialmente una lotta a quattro. Al 9°turno Orlandina, Scicli e Modica precedono di un punto il Giarre. Presa la testa della classifica al 13° turno (3-2 al cardiopalmo sul S.Agata) in condominio con Modica e Orlandina, al 19°, surclassando per 4-0 il Rosolini, il Giarre rimane da solo. Al 20°turno, però, la sconfitta di Capo d'Orlando ricaccia indietro i giallo-blu che vengono scavalcati proprio dall'Orlandina e dal Modica. Il Giarre passa a fatica col Giardini e riprende la testa con le due rivali. Al 24° si consuma un dramma: il Giarre perde a Lentini per 1-0 ma l'aggressione del centrocampista giarrese Castorina - si apprestava a lasciare il campo dopo un'espulsione quando viene colpito al volto da un dirigente della Leonzio - spinge le lega alla clamorosa decisione di far ripetere l'incontro. La partita si tiene il 20 maggio 1984 ed è la svolta della stagione. Il Giarre passa per 2-1 in rimonta e si presenta per l'ultima giornata con 43 punti contro i 42 dello Scicli. Il menù dell'ultima giornata prevede Megara-Scicli e Vittoria-Giarre. Ad Augusta i cremisi cadono per 2-0 e la partita viene sospesa al 77' per una gigantesca rissa. A Vittoria, invece, Bambara regala un sogno ai giarresi che pazzi di gioia, al rientro in città, invadono anche la chiesa di S.Isidoro dove lo sbigottito arcivescovo di Madrid celebrava la festa del santo.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati