GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
2001-02

Campionato Regionale di Eccellenza (gir. B) 2001-02

 

Posizione finale: 11/18

Punti: 42

 

Partite vinte: 10

 

Partite pareggiate: 12

 

Partite perse: 12

 

Reti fatte: 35

Reti subite: 38

 
   
   
   

Uno schieramento del Giarre

Dimissioni, esoneri, contestazioni, sconfitte. una miscela esplosiva ha fatto saltare in aria ciò che ancora rimaneva in piedi, anche se solo di facciata, di questo vecchio, maltrattato Giarre. E' stata una settimana a dir poco di fuoco e chissà cosa potrà accadere ancora. Prima le dimissioni del direttore generale Gianfranco Vullo, poi l'esonero del tecnico Pippo Indelicato e le conseguenti dimissioni del direttore sportivo Giovanni Di Prima. Tutto in una volta? Certo che no. Un colpo di scena alla volta. E ancora dichiarazioni a catena, smentite ufficiali e consultazioni urgenti. Insomma un caos. Ma non è tutto. La squadra è stata affidata a Saro De Cento, che ieri ha sostenuto il primo allenamento, ma pare che sul piede di guerra ci siano i tifosi che non hanno accolto certo a braccia aperte il nuovo allenatore. (...) Capitolo allenatore. Lunedì a tarda serata è stato comunicato dal diesse Di Prima l'esonero di Pippo Indelicato, sette punti in cinque gare e la Coppa Italia ancora da giocare. Pare inoltre che il presidente Patitucci non fosse per nulla d'accordo con la scelta fatta dagli altri dirigenti che evidentemente hanno avuto più voce in capitolo. Poche parole ma condite al vetriolo, quelle rilasciate dall'ex trainer: "La città di Giarre, per il suo passato e per le sue tradizioni, non merita questa dirigenza".

Erika Pinieri, La Sicilia

Presidente: Martino Patitucci, poi Paolo Pinazzo
DG: Gianfranco Vullo
DS: Giovanni Di Prima
Allenatore: Giuseppe Indelicato, Rosario De Cento, Giuseppe Indelicato, Carmelo Alecci

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Liotta (31,-), Sabbatini (-,-), Garofalo (4,-)
Difensori: Gambadoro (6,-), Lorè (10,-), Acciaio (16,-), Grasso Andrea (19,1), Pecorino (29,-), Patanè (13,-), Milici (10,-), Alì (5,-), Viola (30,2), Puglisi (16,1), Cammarata (6,1), Grasso Alberto (12,-), Bonarrigo (3,-), Spitaleri (2,-), Castorina (23,-), Marletta (17,1), Isaia (5,-), Cuomo (2,-), Laudani (3,-), Leotta (1,-), Spadaro (6,-), Valastro (1,-)
Centrocampisti: Licandri (6,-), Capobianco (20,4), Acacia (16,-), Vadalà (17,4), Arcifa (8,-) Giuffrida (30,3), Scerra (10,-), Indelicato (3,-)
Attaccanti: Tomaselli (10,2), Coppa (26,13), Kambè (4,1), Torrisi (2,-), Piccolo (2,-), Licciardello (3,-), Caruso (21,-), Bianco (1,-), Grasso Valerio (2,-)

1

Giarre-Palagonia

1-0

0-0

2

Enna-Giarre

1-1

0-2

3

Giarre-Atletico Catania

1-0

0-0

4

Modica-Giarre

2-0

1-2

5

Giarre-Raffadali

1-3

0-0

6

Aci S.Antonio-Giarre

2-1

1-1

7

Giarre-Adrano

1-2

3-1

8

Viagrande-Giarre

3-1

0-2

9

Giarre-Caltagirone

6-2

1-0

10

Nissa-Giarre

3-0

1-1

11

Giarre-Comiso

0-2

1-2

12

Licata-Giarre

2-0

0-2

13

Giarre-Akragas

0-1

0-0

14

Siracusa-Giarre

2-0

1-2

15

Misterbianco-Giarre

1-0

1-1

16

Giarre-S.G.Gemini

0-0

1-1

17

Trecastagni-Giarre

1-1

2-2

playout

Giarre-Palagonia

1-0

neutro di Belpasso

Squadra

Punti

.

Misterbianco

84

Promosso in D

Siracusa

73

Ripescato in D

Comiso

62

.

Nissa

52

.

Licata

52

.

Trecastagni

48

.

Akragas

47

.

Atletico Catania

46

.

Raffadali

45

.

Modica

44

.

Giarre

42

.

Enna

42

.

S.G.Gemini

41

.

Adrano

38

.

Aci S.Antonio

36

.

Palagonia

33

Retrocesso in Promozione

Viagrande

29

Retrocesso in Promozione

Caltagirone

14

Retrocesso in Promozione

primo turno

Taormina-Giarre

1-1

.

Giarre-Giardini Naxos

1-0

.

classifica: Giarre 4, Taormina 2, Giardini Naxos 1

16i

Aci S.Antonio-Giarre

3-2

1-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Le sei sconfitte consecutive sono l'emblema della più disastrosa stagione tra le 10 trascorse in Eccellenza. Per 12 turni, dal 4° al 16° il Giarre precipita in classifica, racimolando solo una vittoria sul derelitto Caltagirone ed 11 sconfitte. Solo lo spareggio di Belpasso, vinto sul Palagonia, consente al Giarre di salvare la categoria. La rimonta finale (solo 2 sconfitte e c'è anche un successo sul Siracusa) non può, però, cancellare un girone d'andata pessimo. La stagione, invero, non era cominciata nel migliore dei modi: una ridda di voci affolla l'ambiente rendendo tutta l'estate poco tranquilla. Il presidente Patitucci cerca disperatamente nuovi soci che lo possano affiancare nella conduzione societaria, ma quando la trattativa con una cordata catanese naufraga, la situazione sembra precipitare. Affidata a Giuseppe Indelicato - che nel '95, per alcuni mesi, aveva guidato il Catania della rinascita -, la formazione giallo-blu si prepara nel ritiro di Buccheri (SR) ancora incompleta. Della stagione precedente sono riconfermati i soli Musumeci, Salvo e Di Gregorio, i quali, però, lasceranno presto la squadra. Ceduto il gioiello Maurizio Anastasi al Milazzo (D), dal Paternò si pesca il giovane e promettente portiere Liotta che proseguirà la carriera in C tra le fila dello stesso Paternò e del Giulianova; arrivano poi l'esperto portiere Sabbatini dal Caltagirone, la punta Gaetano Tomaselli dal Taormina,  Marco Coppa dal Misterbianco, Gambadoro e Giuffrida dall'Enna. L'innesto del regista difensivo Carlo Viola conclude una campagna rinforzamenti davvero poco dignitosa. Al quinto turno è già crisi profonda: una indegna sconfitta casalinga contro il Raffadali provoca dimissioni ed esoneri a catena: lasciano il Dg Vullo, il Ds Di Prima e il trainer Indelicato. A sostituire il tecnico viene chiamato Rosario De Cento, ma la situazione non sembra affatto migliorare: nove sconfitte intervallate dal tennistico successo contro il Caltagirone. Intanto, mentre Indelicato riprende il suo posto, la dirigenza si spacca in due gruppi e soltanto il 22 novembre, dopo una convulsa riunione notturna, viene comunicata la cessione della società: il nuovo presidente è Paolo Pinazzo, mentre Salvo Di Bella rientra in qualità di direttore generale. Costano e Lo Bue rimangono come soci di maggioranza. Nel poco tempo a disposizione si cerca di migliorare la squadra attuando una autentica rivoluzione: vengono ingaggiati Acacia e Spadaro dal Real Messina, Caruso, Laudani e Capobianco dal Paternò ed il giovane attaccante camerunense Kambè. Con i nuovi innesti, il Giarre coglie il primo successo dopo 8 turni senza vittorie contro l'Enna. La stagione sembra risolta per il meglio, ma nuova crisi interna costa la panchina ad Indelicato: al suo posto viene scelto l'estroso Carmelo Alecci (esordio con clamoroso successo ad Adrano), ma al Giarre non resta che affidarsi alla rete del giovane esterno Giuffrida che, nello spareggio di Belpasso contro il Palagonia, regala la più sofferta delle salvezze.
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati