GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
2005-06

Campionato di Serie D (gir. I) 2005-06

Posizione finale: 10/18 (salvezza)

Punti: 46

 

Partite vinte: 11

 

Partite pareggiate: 13

 

Partite perse: 10

 

Reti fatte: 37

Reti subite: 38

 
   
   
   

Il Giarre su Raisport satellite

Passa il Giarre che molla gli ormeggi ad un quarto d'ora dalla fine, quando in vantaggio di due gol ad Orvieto si lascia un po' andare e nel finale subisce il pareggio che non intacca la qualificazione. Le due squadre hanno giocato per vincere, ci ha guadagnato lo spettacolo, con tante emozioni e con le difese e con Farinelli e Saia particolarmente impegnati. Si comincia e il Giarre si accontenta di mantenere bassi i ritmi. (...) Nella ripresa i gol. Curcuruto dalla fascia destra si accentra e dal limite fa partire un tiro-cross che inganna Farinelli. Si capisce subito che il discorso qualificazione è già chiuso e il neo entrato Amico sigla il 2-0: stavolta è da sinistra che parte la sua conclusione che coglie il palo interno e poi si insacca.

Corriere dello Sport

Presidente: Salvo Di Bella
DG: Mario Marino
Allenatore: Gaetano Di Maria
 

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Saia (32,-), Saranitri (3,-)
Difensori: Cutrufello (30,-), Vassallo (29,2), Puglisi M. (19,-), Marcellino (16,-), Foti (20,-), Castronuovo (8,-), Curcuruto (22,1)
Centrocampisti: Giuffrida G. (31,1), Camarda (30,1), Aiello S. (21,1), Caminiti (4,-), Elamraoui (24,2), Bonnici (23,3), Raffa (28,-), Napoli Dario (4,-), Cilio (2)
Attaccanti: Litteri (26,1), Amico (28,13), Madonia (34,9), Ursino (14,1), Costa (1,-), Carbonaro (7,1)

1

Comiso-Giarre

0-0

0-1

2

Giarre-Scillese

2-0

4-1

3

Rossanese-Giarre

0-1

0-0

4

Giarre-Sorrento

0-0

0-4

5

Giarre-Francavilla sul Sinni

1-0

2-2

6

Campobello di Mazara-Giarre

2-2

0-0

7

Giarre-Viribus Unitis

1-1

2-2

8

Ebolitana-Giarre

1-2

2-1

9

Giarre-Turris

1-0

0-1

10

Ragusa-Giarre

0-1

1-2

11

Giarre-Alcamo

4-1

0-1

12

Trapani-Giarre

1-1

0-0

13

Giarre-Adrano

3-3

3-3

14

Sapri-Giarre

2-0

2-0

15

Giarre-Cosenza

0-1

0-3

16

Vibonese-Giarre

1-0

3-1

17

Giarre-Siracusa

0-0

2-0

Squadra

Punti

.

Sorrento

74

Promosso in C2

Vibonese

71

.

Cosenza

65

.

Siracusa

61

.

Sapri

60

.

Comiso

55

.

Viribus Unitis

55

.

Ebolitana

51

.

Ragusa

47 (-2)

.

Giarre

46

.

Turris

45

.

Campobello di Mazara

39

.

Francavilla sul Sinni

39

.

Rossanese

35

Retrocesso dopo play-out

Adrano

35

.

Trapani

35

Retrocesso dopo play-out

Alcamo

18

Retrocesso in Eccellenza

Scillese

6

Retrocesso in Eccellenza

primo turno Giarre-Siracusa 2-1 1-1
secondo turno Comiso-Giarre 0-2 1-2
sedicesimi Giarre-Trapani 3-1 1-0
ottavi Matera (H)-Giarre 1-1 0-0
quarti Giarre-Orvietana (E) 1-0 2-2
semifinali Giarre-Voghera (A) 2-1 1-0
finale Giarre-Sorrento 1-2 1-1

Gianluca Litteri: ex del Giarre allo Slavia Praga passando per l'Inter


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Accolto con scetticismo in estate, il nuovo Giarre diretto da Mario Marino (che lascia il Catania accettando la scommessa proposta dalla sua città) ed allenato da Gaetano Di Maria (ex del Milazzo) assembla un organico di giovanissimi dalle belle speranze. Sin dal ritiro di Tuscania (VT), però, si evince quanto sia affiatato il gruppo e la partenza sprint conferma in pieno le aspettative. Il Giarre, outsider del girone, occupa stabilmente le prime posizioni ed un poker di vittorie consecutive lo proietta davvero in alto (8°-11° turno) e, nel frattempo, inanella primati. Il portiere Paolo Saia stabilisce il record di imbattibilità iniziale (465 minuti): la sua rete viene violata solo al 15' del 6° turno e la squadra si trova per la prima volta in svantaggio solo al 5' del secondo tempo della partita tra Giarre ed Adrano (13° turno). Anche in Coppa Italia i giallo-blu avanzano inesorabili superando il Siracusa, il Comiso ed il Trapani. E, così, approdati ai quarti, accantonano il campionato per dedicarsi interamente alla Coppa. Eliminate l'Orvietana ed il Voghera (epica la partita disputata in provincia di Pavia, ne parlerà anche il Corriere della Sera, citando il gemellaggio con gli studenti di Solbiate), gli uomini di Di Maria approdano alla finalissima, trasmessa in diretta satellitare da Rai Sport. In uno stadio gremito, però, una dubbia punizione dal limite ed una uscita a vuoto del pur bravo portiere Saia (si conquista la fama di para rigori), condannano il Giarre alla sconfitta. Ma, l'aver partecipato alla finale consente al Giarre di guadagnare un meritato accesso alla Coppa Italia Tim. Nella parte conclusiva del torneo, intanto, la dirigenza, conquistata anzitempo la salvezza e noncurante del crollo in graduatoria, ne approfitta per lanciare diversi giovani che si fanno notare a livello nazionale: tra questi Litteri che va all'Inter, Madonia e Bonnici alla Pistoiese; salta invece il passaggio di Saia al Foggia. Domenica 7 maggio i giallo-blu concludono la straordinaria stagione sbancando il De Simone di Siracusa (di Bonnici ed El Amraoui le reti): non accadeva da 19 anni. Al termine della stagione, però, il presidente Di Bella nel corso di una affollata e toccante conferenza stampa annuncia: "Signori, io lascio! Lascio una società sanissima senza un centesimo di debito. Lascio una società che disputerà la Coppa Italia TIM con squadre professionistiche di primo livello. Lascio perché è tempo che qualcun altro prenda il mio posto. L'alternanza è importante anche per una questione di stimoli. Lascio perché ho sostenuto sacrifici grandi, più grandi di me. Lascio perché la Giarre Sportiva possa ripartire per approdare verso quel professionismo che i tifosi auspicano. Lascio perché, pur avendo avuto buoni risultati sportivi in diversi frangenti, mi sono sentito solo e abbandonato da tutti"
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati