GiarreStory

GiarreStory è un sito aggiornato non periodicamente

 

 
 
 

 
1973-74

Campionato di Promozione Regionale (gir. B) 1973-74

Posizione finale: 14/16

Punti: 23

 

Partite vinte: 8

 

Partite pareggiate: 7

 

Partite perse: 15

 

Reti fatte: 27

Reti subite: 40

 
   
   
   

Giarre-Avola 1-2 (foto La Sicilia)

Alla vigilia erano in pochi a scommettere per il Giarre, tenuto conto che Flumini sarebbe stato costretto a schierare una compagine decimata per la forzata assenza degli squalificati Valenti e Vecchio (...). Invece pure imbottito di riserve, questo Giarre imprevedibile e sul quale è sempre azzardato quest'anno fare previsioni, ha reagito bene in campo dando una risposta netta con i fatti e riuscendo a battere lo Scicli. (...) Quella di oggi al Comunale è stata una gara davvero combattuta e tratti entusiasmante perché i giocatori delle due squadre sino all'ultimo minuto nulla hanno tralasciato, combattendo con grande volontà per imporsi. Al Quarto d'ora i ragazzi di Flumini passano in vantaggio: dalla sinistra Musumeci opera un bel cross e Russo intercetta e manda la palla in area avversaria, dove però due difensori falliscono l'intervento e Di Mauro è pronto ad intervenire ed al volo scaraventa in rete.

Pietro Barbagallo Coco, La Sicilia, 03/03/1974

Presidente: Rosario Sorbello
Allenatore: Dandolo Flumini

Tra parentesi (presenze, reti)
Portieri: Drago (14,4), Rapisarda (22,-)
Terzini: Leonardi (16,-), Vecchio (25,-), Foti (21,1), Valenti (24,2), Ferro (1,-), Bonaccorsi (7,-), Bosco (1,-)
Mediani: Di Benedetto (29,-), Mangiagli (16,-), Longo (29,1), Di Re (3,-)
Avanti: Di Mauro (29,7), Pastore (11,3), Musumeci (25,4), Guarrera (9,-), Caponnetto (19,2), Di Prima (10,-), Russo (12,1), Pariti (3,-), Bagni (3,-), Leotta (2,-), Catania (21,2), Portese (1,-)

1

Giarre-Megara Augusta 0-1 0-1

2

Pro Mende-Giarre 1-0 0-2

3

Comiso-Giarre 1-0 0-0

4

Giarre-Adrano 1-1 2-4

5

Scicli-Giarre 1-0 0-1

6

Giarre-Netina 2-1 0-3

7

Giarre-Taormina 4-2 1-1

8

Floridia-Giarre 4-1 0-0

9

Carlentini-Giarre 0-0 0-1

10

Giarre-Lipari 5-1 0-1

11

Giarre-Vittoria 0-2 0-4

12

Bronte-Giarre 0-0 1-1

13

Giarre-Rosolini 1-0 1-2

14

Avola-Giarre 4-1 2-1

15

Giarre-Canicattini 1-0 1-2
spar. Netina-Giarre 0-0 dts.Netina vince per sorteggio

Squadra Punti
Vittoria 52 Promosso in Interregionale
Avola 52
Megara Augusta 42
Scicli 34
Adrano 29
Canicattini 28
Pro Mende 28
Carlentini 27
Lipari 26
Rosolini 25
Bronte 25
Taormina 24
Netina 23
Giarre 23 Retrocesso in Prima Categoria
Floridia 22 Retrocesso in Prima Categoria
Comiso 18 Retrocesso in Prima Categoria
Dandolo Flumini  

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 
Sezioni
 Scrivi a GiarreStory
 
Il drammatico spareggio del Palmintelli di Caltanisetta, diretto dal signor Campeggi della sezione arbitrale di Milano, condanna il Giarre alla retrocessine in Prima Categoria. Gli uomini di mister Flumini, supportati da 100 sostenitori, che fino all'ultimo hanno incitato la squadra, non riescono a superare nei 120 minuti di gioco una Netina ridotta in inferiorità numerica per oltre un'ora. Due traverse (la seconda colta al 117' dal giovane Musumeci) non bastano ad evitare il lancio della moneta. Trenta partite, giocate tra alti e bassi, non sono bastate a riconfermare il Giarre in Promozione. Tutto viene deciso da una scelta: testa o croce (allora i calci di rigore non erano ancora stati inventati). La retrocessione si materializza a metà campo, tra direttore di gara ed i due capitani. Bisognerà ricostruire per riconquistare la categoria.
E dire che la stagione era cominciata sotto i migliori auspici: dopo anni di commissariamento il Giarre ha finalmente un nuovo presidente. Si tratta del vecchio patron Rosario Sorbello il cui ritorno porta una ventata di novità dopo due stagioni di vacche magre. Il compito del presidente si rivela però molto arduo: il vecchio commissario Sgori, per ripianare i debiti, aveva smantellato la squadra che nei primi anni '70 aveva fatto sognare l'intera città: Palazzolo, Sorbello e Fichera vanno al Catania, Contarino all'Avola (dopo aver provato anche con il Palermo), Emanuele, Oliveri ed il friulano Simeon all'Adrano. Al loro posto rientra Dandolo Flumini (che nel corso della stagione anticiperà di tasca propria anche 100.000 lire alla società) con un manipolo di nuovi giocatori, tra i quali il funambolico portiere Drago - proveniente dal Melilli, segnerà anche quattro rigori -, l'ala Di Mauro (dal Melilli), l'ala Musumeci, Catania e Di Re (prelevati dal Catania dalla seconda categoria e girati al Giarre)i junior locali Valenti e Longo, che rimarranno al Giarre per un decennio ma i pezzi pregiati della campagna acquisti sono il centravanti piemontese Pastore (ha giocato nelle giovanili del Torino) ed il modenese Bagni. Questi ultimi, in Sicilia per il servizio militare, lasceranno i giallo-blu al termine del girone d'andata con un magro bottino di presenze e reti. Per la società di via Principessa Jolanda si prospettano tempi molto duri: il Giarre esordisce con tre sconfitte consecutive e con il primo successo che arriva solo alla sesta giornata. Le cause un tourbillon di giocatori che vanno e vengono e spesso addirittura schierati fuori ruolo: nelle prime quattro giornate il portiere Rapisarda gioca addirittura da centromediano. Le vittorie contro il Taormina e, soprattutto, contro il Lipari sembrano riaccendere gli entusiasmi: gli uomini di Flumini concludono il cammino d'andata nelle retrovie con soli 13 punti. Il girone di ritorno è, però, disastroso, complice anche l'esiguità della rosa e la superficialità di certi elementi societari. Il Successo interno sul Carlentini, diretta rivale per la salvezza, sembra ridare ossigeno al Giarre che pare potersi trarre fuori dalla bagarre finale, ma il pareggio interno col Bronte, quando si doveva solo vincere, e lo scontro decisivo di Rosolini fanno precipitare la situazione. Contro la regina Avola non si può nulla in casa e nell'ultima giornata è fatale la sconfitta rimediata a Canicattini. Vane sono anche le proteste presentate a Roma presso l'ufficio inchieste della federazione contro la Netina che nella sconfitta patita a Vittoria (2-0) aveva lasciato il campo senza incappare in punti di penalizzazione che avrebbero evitato al Giarre il famigerato spareggio.
 
 
 
 
 

E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto del sito senza autorizzazione scritta degli autori

   
(c) GiarreStory Tutti i diritti riservati